PAG.51

PROGETTO DI VALORIZZAZIONE PRODUTTIVA E COMMERCIALE
DELL’OLIVA ASCOLANA DEL PICENO

Scheda n.  1

Titolo:           

Studi e ricerche sul prodotto:
inventario delle piantagioni e dei suoli agricoli vocati.

Finalità:        
Con riferimento al territorio di cui al marchio DOP, conseguire una conoscenza reale ed obiettiva del potenziale produttivo attraverso:

  • Un inventario esaustivo del numero di piante della varietà esistenti, suddivise nelle diverse sottovarietà (tenera, semitenera o gentile, dura).

  • L’individuazione del tipo di coltivazione (promiscua o specializzata) e delle forme di allevamento (vaso basso, palmetta ecc.).

  • L’individuazione catastale delle piantagioni, evidenziandone la diffusione territoriale.

  • Il rilevamento delle caratteristiche eco-pedologiche delle aree dove insiste la coltura.

  • L’inventario delle aree più idonee allo sviluppo della coltura stessa in funzione delle caratteristiche di cui sopra.

  • L’informatizzazione in ambiente GIS dei dati rilevati.

  • L’istituzione di un sistema di monitoraggio per l’aggiornamento delle basi dati ottenute.

Descrizione:        
La realizzazione delle finalità sopra dette si deve concretizzare mediante:

  • Rilevamento delle piante esistenti presso le aziende agricole suscettibili di coltivarle.
    Una équipe di tecnici deve procedere a visite delle singole aziende e rilevare, ove esiste:

    • la consistenza  numerica

    • gli elementi catastali di riferimento

    • i tipi clonali

    • le varietà impollinatici

    • tipo di coltivazione (promiscua o specializzata)

    • i sistemi di allevamento

    • dati sulla produttività

    • rilevamento delle caratteristiche eco-pedologiche  delle aree a coltura.

Il lavoro da espletare consiste in un’inchiesta diretta presso gli agricoltori seguendo le varie fasi operative:

1° rilevare presso le CCIA e le organizzazioni sindacali agricole i nominativi e gli indirizzi delle aziende,
2° stabilire contatti con le associazioni agricole di categoria per coinvolgerle nella esecuzione dell’inchiesta,
3° procedere ai rilevamenti,
4° compilare l’insieme dei dati raccolti per unità amministrativa comunale.
  1. Inventario dei terreni vocati alla coltura

    Sulla base delle caratteristiche eco-pedologiche rilevate va effettuata da tecnici un’analisi comparativa che porti alla individuazione dei suoli e zone ove  questa coltura esprime il meglio del suo potenziale. I dati risultanti saranno poi utilizzati per identificare le aree,ancora non interessate alla coltura,suscettibili di essere la base di sviluppo con nuovi impianti.

  2. Elaborazione dei dati raccolti e messa a punto di un sistema organico di aggiornamento

    • Creazione di un organismo o ufficio (“Osservatorio”) che si avvalga di tecnici esperti in materia agricola e catastale e che sia preposto al compito di gestire ed aggiornare i dati e tutto quanto consegua dalla loro utilizzazione.

    • Realizzazione di una banca dati specializzata (associata ad un GIS). 

    • Monitoraggio del sistema mediante telerilevamento aereo e/o da satellite.

 

Livello di approfondimento                                    alla data|X|                               finale |  |

  • Prima impostazione e definizione|X| 

  • Analisi di fattibilità   |X|

  • Progettazione

Progettazione preliminare..................................... [ ]
Progettazione definitiva …....................................[ ]
Progettazione esecutiva / Rapporto finale..............[ ]





<< PAG 50

PAG 52 >>