PAG.10

La produzione media delle piante adulte varia dai 20 ai 30 Kg di drupe per pianta, ma non mancano esempi di produzioni che raggiungono anche 80-100Kg.  
Un aspetto particolare della varietà è l’
autoincompatibilità che impone nelle colture specializzate la presenza di altre varietà di olivo impollinatici. Esperienze condotte mostrano che le varietà Leccino, Frantoio, Sargano e Carboncella sono le più idonee.

La varietà presenta buona resistenza alle basse temperature ed al Cycloconium oleaginum.
Poco soggetta a carie e rogna è invece sensibile alla tignola ed alla mosca olearia.

Esistono due varianti varietali   la “semitenera„ o “gentile„ e la “dura„.

La semitenera o gentile ha albero meno vigoroso della Tenera e con chioma meno densa, le foglie sono più lunghe e più strette, le drupe presentano una morfologia analoga alla Tenera ma con dimensioni leggermente ridotte e un color verde della drupa più carico con polpa più consistente.
Empiricamente si è potuto constatare che le cure colturali praticate contribuiscono in maniera determinante a ridurre le differenze, anche modeste, tra Tenera e Gentile.

2.2   GENERALITA’

La provincia di Ascoli Piceno, nel cui interno si situa il nucleo storico di produzione della varietà, prima della divisione in due aveva una estensione di 208.648 ettari, così ripartiti:
. Ha 53.975 montagna interna,
. Ha 72.215 collina interna,
. Ha 82.458 collina litoranea.
La sua configurazione originale era simile ad un quadrilatero delimitato a Nord dal fiume Chienti, ad Ovest dalla catena montuosa dei Sibillini, a Sud dal fiume Tronto e ad Est dal mare Adriatico.

La lunghezza della costa, circa 45 Km, che riceve i venti caldo-umidi sciroccali dalla catena dei Sibillini e l’insieme della morfologia del territorio condizionano il clima di tale territorio: la zona montuosa appenninica presenta un clima pressoché alpino mentre la collinare sub appenninica ha un clima più dolce, per l’influenza del mare Adriatico, con temperature quasi uniformi ed infine la zona litoranea, ben limitata, gode di un clima costantemente mite.

 

<< PAG 9

PAG 11 >>