PAG.1

1.   NOTE INTRODUTTIVE

1.1   GENERALITA’

Lo studio che viene qui presentato ha inteso affrontare l’intera problematica della produzione, trasformazione e commercializzazione dell’Oliva Ascolana Tenera del Piceno, definendo in prima battuta:

  • le azioni di riordino e rilancio della produzione a livello agricolo, ordinate in un programma da realizzare in un congruo arco di tempo;

  • le attività conoscitive necessarie a precisare i problemi  da risolvere;

  • le risorse professionali e scientifiche da mobilitare, chiarendone i ruoli ed i compiti;

  • l’ammontare del fabbisogno finanziario per la realizzazione dell’intero programma;

  • i soggetti iniziatori e gestori del piano promozionale, in specie per quanto riguarda l’attivazione dei finanziamenti dell’Unione Europea.

A proposito di quest’ultimo punto, infatti, il Regolamento (CE) n. 2826/2000 del Consiglio – relativo ad “azioni d’informazione e di promozione dei prodotti agricoli sul mercato interno„ – ha prefigurato un ruolo preciso per le associazioni professionali e/o interprofessionali di settore.

L’Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno, prima della creazione della nuova del Fermano, nell’intendimento di creare le condizioni più favorevoli per un prodotto tanto importante (anche in termini d’immagine) per il sistema territoriale di sua competenza, promosse un “Progetto di valorizzazione produttiva e commerciale dell’Oliva Ascolana del Piceno„ – da cui prende le mosse questa pubblicazione – al fine di:

  • cominciare a fare chiarezza, con obiettività e secondo criteri scientifici, in tutti i passi dell’intera problematica,

  • suscitare l’interesse di altri soggetti (dalle organizzazioni di categoria dei produttori e degli operatori della trasformazione alle associazioni dei consumatori, all’Ordine degli Agronomi e così via) e di organizzarli affinché dalle azioni comuni da avviare e portare a compimento derivasse una corretta e qualificata valorizzazione del prodotto.

Fin dall’avvio del progetto parve opportuno stimolare la partecipazione delle categorie potenzialmente interessate.

La Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ascoli Piceno del tempo, nel suo ruolo di sostegno ad iniziative miranti alla valorizzazione di prodotti tipici del territorio, ha fornito all’iniziativa appoggio e collaborazione.


  PAG 2 >>